• La comunità di Calvagese della Riviera online
  • PROSSIMI APPUNTAMENTI

LETTERA APERTA ALLE CITTADINE ED AI CITTADINI DI CALVAGESE DELLA RIVIERA

                            Calvagese d/R, 8 maggio 2017

 LETTERA APERTA ALLE CITTADINE ED AI CITTADINI DI CALVAGESE DELLA RIVIERA

Nel tentativo di informare la nostra comunità su quanto avviene in Consiglio Comunale, vogliamo evidenziare alcune situazioni che, per noi di Impegno Comune, sono altamente indicative del modo poco trasparente e poco virtuoso con cui questa amministrazione affronta il suo mandato.

TRAFFICO PESANTE, RUMORE E INQUINAMENTO

Persiste la situazione particolarmente gravosa di Via delle Monache a Carzago, interessata da continui passaggi di veicoli pesanti da e per alcune aziende, per lo più situate in Polpenazze. Tale strada non può, secondo la classificazione del codice della strada, essere percorsa da traffico pesante. Sulla situazione nulla questa amministrazione ha fatto o fa, se non prendere in giro gli abitanti della zona e tutti i cittadini con le promesse di sistemazione dei tombini, di asfaltatura fono assorbente, di obbligare le ditte a lavorare a porte chiuse, ecc.

 

Continuano peraltro, nonostante i divieti, anche i passaggi di traffico pesante su tutte le strade del Comune, ormai frequenti sulla SP78 che attraversa il centro di Carzago e su via Veneto tra Mocasina e Calvagese. Su questi passaggi i controlli sono pochi e totalmente inefficaci. Non è stato fatto alcun passo neanche con i comuni limitrofi per azioni concordate su un maggiore coordinamento su questo tema.

 

SPESE “URGENTI”, RITARDI PER LA SCUOLA MEDIA E SERVIZI ALLE PERSONE SENSIBILI

Dopo i 180mila EUR giustamente spesi per mettere a norma la vecchia scuola elementare di Carzago, futura sede della scuola media, l’amministrazione delibera di spendere altri 320mila EUR per lavori non necessari allo stesso edificio. E questo significherà ritardare ancora la disponibilità dell’edificio per gli alunni delle scuole medie, quando le condizioni di sicurezza del vecchio edificio di piazza Zanardelli sono estremamente critiche, come lamentano da anni tutti i genitori che hanno avuto figli in quella scuola.  A questo si aggiungono almeno altri 200mila EUR impegnati per una rotonda su via Veneto. Perché queste spese non necessarie con le casse comunali in crisi?

Questi sono fondi che escono dalle casse del nostro comune, e quindi… dalle tasche di tutti noi.  E inoltre, siamo sicuri che l’applicazione delle “procedure negoziate” del codice appalti usate in questi casi tutelino davvero i cittadini?

Allo stesso tempo nel prossimo anno scolastico il servizio di doposcuola secondaria verrà attivato solo al raggiungimento di 12 utenti, mentre il Comune taglia drasticamente le agevolazioni TARI alle famiglie con portatori di handicap ed invalidi (vedi sotto). Ha senso sostenere delle spese superiori a mezzo milione di Euro per lavori di certo non urgenti, mentre si tagliano i servizi alle persone più sensibili?

 

ACQUA PUBBLICA INSALUBRE

Anche in questo caso sono stati spesi soldi per uno studio commissionato all’Università di Pavia che evidenzia ciò che già si sapeva, e cioè che l’alta concentrazione di nitrati nelle acque deriva dallo spargimento di fanghi e liquami sul terreno.

Di tale studio nulla è stato divulgato ai cittadini e, nonostante le richieste di Impegno Comune, non sono stati effettuati provvedimenti correttivi. E ce ne rendiamo tutti conto dalle frequenti puzze che ci tocca sopportare in tutto il Comune, oltre che dalla pessima qualità dell’acqua che beviamo.

 

AUMENTATA DRASTICAMENTE LA SPESA TARI PER PORTATORI DI HANDICAP E INVALIDI

Con una mossa davvero indegna di un’amministrazione che si definisce “sostenitrice della famiglia”, il Comune ha deciso che da quest’anno tutte le famiglie con componenti portatori di handicap gravi, disabili gravi, ciechi, sordomuti ecc. vedranno decurtato fino al 50% il rimborso TARI al quale avevano avuto diritto fino ad oggi. Ogni ulteriore commento sarebbe inutile.

IMPEGNO COMUNE

 

Articolo su Bresciaoggi

INTERROGAZIONE DI IMPEGNO COMUNE

immagineint2int3

Lettera aperta al Sindaco

All’attenzione del
Sindaco di Calvagese della Riviera
Dott.ssa Simonetta Gabana

Calvagese d/R, 21 novembre 2016

LETTERA APERTA AL SINDACO DI CALVAGESE DELLA RIVIERA

Il gruppo di minoranza “Impegno Comune” vuole, con questa lettera, chiedere pubblicamente al Sindaco di esporre
alla cittadinanza la sua posizione su alcune questioni che crediamo non siano gestite nel migliore interesse della
nostra popolazione.

VIA DELLE MONACHE AL COLLASSO. Chi abita da quelle parti non ne può più. Oltre alle centinaia di mezzi
pesanti in transito ogni giorno e ogni notte, quasi tutti diretti o provenienti da siti industriali che nulla hanno a che fare
con il nostro comune, rumore assordante, aria irrespirabile, ed ora scopriamo che la nostra strada è di una categoria
per la quale il traffico pesante… è addirittura vietato dalla legge! Di fronte a lettere dai cittadini, rimaste nella pratica
inascoltate, e alla nostra mozione per regolarizzare la situazione, lei ha opposto un fermo rifiuto: ad oggi, il traffico
pesante continua bellamente a passare incontrollato per via delle Monache, in barba alle norme di legge. E perché
non chiedere ad ARPA almeno il monitoraggio del rumore? Delle polveri? Potremmo continuare per molto, ma su
questo argomento torneremo presto.

SGAIA, CHE PASSIONE! Questa Amministrazione si è “accorta” solo dopo diverse lamentele della popolazione,
inclusa una lettera protocollata, che per tutta l’estate da, diversi anni, esiste una sorta di campeggio alla Sgaia di
Mocasina, dove si ascolta musica a tutto volume fino a notte fonda ignorando i diritti di chi abita nei dintorni, dove i
servizi igienici sono un’utopia agreste, e dove nonostante tutto il nostro Comune si impegna a ritirare la spazzatura (a
che titolo, ci domandiamo). È tutto normale per lei? Perché l’Amministrazione ha taciuto così a lungo di fronte ad
evidenti abusi? Cosa bisogna aspettare per vederla agire risolutamente e ristabilire il rispetto delle regole da parte di
tutti?

DUE ANNI E MEZZO DOPO: LA QUALITÀ DELLA NOSTRA ACQUA È ANCORA PESSIMA. Dopo che le analisi
sui nitrati nell’acqua del nostro acquedotto sono sempre vicine a superare il limite imposto dalla legge, dopo le nostre
esortazioni a prendere provvedimenti, dopo che lo “studio isotopico” ha dimostrato con certezza che la causa sono gli
sversamenti di liquami nei nostri terreni, ancora tutto tace! Ci saremmo aspettati almeno una sua azione, come
hanno fatto da tempo moltissimi comuni della Valtenesi, perché anche i nostri terreni venissero dichiarati fragili, in
modo da risolvere una volta per tutte questo problema. Quindi intorno a noi, in Valtenesi, il problema è risolto. Invece
qui siamo a metà del vostro mandato, e ancora nulla si muove.

Questi temi hanno tutti lo stesso filo conduttore: sulle questioni che riguardano la salute dei cittadini, la
trasparenza nell’amministrazione, il rispetto della giustizia e delle leggi, questa Amministrazione si muove
solo con operazioni di facciata. La sostanza, nonostante le innumerevoli richieste da parte della minoranza,
rimane un nulla di fatto.

Sollecitiamo su questi e altri temi l’Amministrazione comunale ad una maggiore coerenza, soprattutto con il proprio
programma elettorale, e la richiamiamo ad una maggiore trasparenza sui temi di interesse della cittadinanza.
Coerenza, rispetto, responsabilità e trasparenza verso tutti i cittadini: devono tornare ad essere questi i valori di
chi amministra la cosa pubblica.

A nome della lista IMPEGNO COMUNE

I consiglieri Anna Fracassi e Luca Salgarelli

Interrogazione sulla situazione di Via delle Monache

L’interrogazione sulla pesante situazione di inquinamento acustico di Via della Monache e sulle modalità quanto meno contraddittorie e superficiali con cui questa amministrazione affronta i problemi, tutti i problemi!

intpag1intpag2

Articolo Giornale di Brescia su Via delle Monache

IMG_2570

Mozione di Impegno Comune su Via delle Monache

mozione

La mozione è stata respinta dalla maggioranza… Senza parole!