• La comunità di Calvagese della Riviera online
  • PROSSIMI APPUNTAMENTI

LA NUOVA MENSA SCOLASTICA: DECISIONE AFFRETTATA!!!!

L’amministrazione comunale ha deciso di iniziare il progetto della nuova mensa per la scuola primaria. Idea lodevole: la situazione della mensa è ormai davvero insostenibile. Venuti a conoscenza del progetto, che attualmente prevede la costruzione di un edificio a copertura piatta (a “terrazza”) in muratura, abbiamo suggerito con una mozione che si prendesse in considerazione l’ipotesi di realizzare la struttura in bioedilizia modulare in legno. Siamo ragionevolmente certi che questa seconda scelta permetterebbe di risparmiare tempo, denaro, costi di manutenzione e di riscaldamento. Sarebbe inoltre possibile riutilizzare la struttura in un secondo momento quando le esigenze del servizio mensa dovessero cambiare. Abbiamo presentato la mozione, visibile qui di seguito, nel consiglio comunale del 18 marzo. Purtroppo la maggioranza ha deciso di votare contro: una decisione incomprensibile, che porterà ad una sala mensa più costosa da costruire, più lenta da realizzare, di minore qualità e, perché no, anche meno bella. Perché decidere di non ascoltare i buoni suggerimenti, anche se arrivano dalla minoranza?

 LA NUOVA MENSA SCOLASTICA

MEGLIO COSI’….

1   Struttura a copertura piatta in muratura: una struttura simile è oggi l’unico progetto mensa preso in esame dalla maggioranza

oppure COSI’?

2    Struttura in legno modulare con tetto spiovente: oltre a benefici energetici e a ridotti costi di manutenzione, questa tipologia di edificio costa meno e può essere realizzata in minor tempo. La maggioranza si rifiuta perfino di esaminare questa possibilità.

Mozione presentata da Impegno Comune

Clicca qui per la mozione:  nuova-mozione-progetto-mensa-primaria

2 Risposte

  1. E perchè non farla in autocostruzione? … ovviamente in legno.

    Con i tempi di magra, che dureranno a lungo, si deve concepire un nuovo rapporto tra amministrazione ed amministrati … tornando al vecchio. Nel lontano passato la cittadinanza realizzava in prima persona gli spazi di cui aveva bisogno. I soldi servivano per i materiali e gli attrezzi… il lavoro era dei cittadini. Perché non riproporre coinvolgimenti forti dei cittadini?
    Un bel progetto partecipato per decidere cosa fare, individuare una ditta che supporta il lavoro e il grosso realizzato in autocostruzione.
    Io ho provveduto con la mia abitazione, e non è per nulla complicato, tutti possono essere utili.
    Altro invito: non pensate che facendo una scatola si risparmi: la fantasia e il movimento volumetrico non sono più costosi in proporzione alle superfici realizzate. La mensa è uno spazio importante … soprattutto per i più piccoli.
    Auguri.

    • Buongiorno, sono d’accordo con le proposte indicate nel suo commento, vanno nella direzione che Impegno Comune ha intrapreso nel corso degli anni.
      Va verificata la legislazione per capire quali sono le reali possibilità di coinvolgimento della popolazione su progetti di autocostruzione.
      Grazie
      Gianluigi Chittò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: